Lezioni Inglese

Argomenti

Includi le lezioni scritte in inglese

Lessons for topic Vocabolario

In quanti modi possiamo dire "tornare" in inglese?

Quando usiamo il verbo "tornare" di solito intendiamo il fatto di essere diretti al luogo da cui si era partiti o da cui si era venuti, ad esempio se torniamo a casa dal lavoro. Oppure, usiamo il verbo "tornare" (e il suo sinonimo "ritornare") per indicare l'azione di andare nuovamente in un luogo in cui si è già stati, per farvi ritorno.

In inglese, questa differenza viene espressa attraverso l'utilizzo di almeno tre forme verbali diverse.

To return

Il verbo to return ricorda per assonanza il nostro verbo "tornare" e in effetti è la prima voce ad apparire come traduzione in diversi dizionari. Inoltre è il verbo che possiamo usare in entrambi i casi sopracitati:

I hope he returns  home soon.

Spero che torni (ritorni) presto a casa.

 

We often return to the city where we met for the first time.

Torniamo spesso nella città in cui ci siamo incontrati per la prima volta.

 

Return è anche un sostantivo e oltre al significato di "ritorno" ha anche quello di "reso" di un oggetto che abbiamo acquistato. Inoltre, è anche un aggettivo, come in questo caso:

Hello. I would like to get a refund for the return flight.

Salve. Vorrei ottenere un rimborso per il volo di ritorno.

Caption 18, Luana and Austin The Flight Cancellation

 Play Caption

 

Adesso vediamo la differenza tra due phrasal verbs che apparentemente possono sembrare due sinonimi, ma che in realtà si distinguono per una caratteristica ben precisa.

 

To go back versus to come back

La scelta di uno piuttosto che l'altro dipende dal luogo in cui si trova chi parla.

 

Nel caso di to go back, chi parla di sicuro non si trova nel posto in cui vuole o deve tornare. In questo esempio siamo in un appartamento a Berlino e una delle ragazze dice che Thomas deve tornare a Londra:

I've been spending a lot of time with Thomas, but this week he has to go back to London for a few days, so I won't be seeing him.

Sto passando molto tempo con Thomas, ma questa settimana lui deve tornare a Londra per qualche giorno, quindi non lo vedrò.

Captions 10-11, The Apartment The Date - Part 3

 Play Caption

 

Nell'esempio che segue, Rita e Kathy stanno conversando durante un viaggio in treno verso Princeton e dal momento che non si conoscono usano la forma di cortesia. Una delle due viene dal Minnesota:

So, when do you go back to Minnesota?

Allora, quando torna in Minnesota?

Caption 52, Parts of Speech Question Words - Part 2

 Play Caption

 

Se invece chi parla si trova esattamente nel posto in cui vuole o deve tornare, allora userà to come back.

 

Se ho finito di lavorare e sono già a casa diro:

I came back from the office at 6:30pm.

Sono ritornato dall'ufficio alle 18:30.

 

Anche nell'esempio che segue, chi parla si trova ancora nel posto in cui vorrebbe tornare: 

All in all, this is definitely one of the coolest places I've ever been to and I can't wait to come back here next year.

Nel complesso, questo è sicuramente uno dei posti più belli in cui sia mai stata  e non vedo l'ora di ritornare qui l'anno prossimo.

Captions 28-29, Cabrinha Kiteboarding on the Cook Islands

 Play Caption

 

Voi dove vorreste tornare? Esercitatevi a formulare delle frasi con questi tre verbi, e ricordatevi sempre di fare attenzione al luogo verso il quale vi state dirigendo.  

Continua a leggere

Let's have fun. Divertirsi in inglese

Esistono tanti modi per divertirsi e ognuno di noi ha la propria idea di divertimento che dipende principalmente dai nostri interessi e dalle nostre esperienze. Possiamo divertirci trascorrendo una giornata al mare, possiamo divertirci restando a casa per una maratona di serie TV o possiamo divertirci ad imparare una nuova lingua guardando tantissimi video. Quanti modi ci sono in inglese per parlare di divertimento o per dire che ci si sta divertendo tanto? Scopriamolo insieme!

 

Fun

In inglese, la parola che usiamo per parlare di “divertimento” è fun. Questa parola è sia un sostantivo sia un aggettivo e viene utilizzata per descrivere qualcosa di piacevole e (per l’appunto) divertente da fare, qualcosa che ci rende felici.

it's always a really fun day when we get to work together.

è sempre un giorno davvero divertente quando ci mettiamo a lavorare insieme.

Caption 33, Katie Holmes About family, beauty and Olay

 Play Caption

 

L'esempio successivo è un'espressione molto ricorrente nella lingua inglese che possiamo usare quando stiamo per fare qualcosa che siamo sicuri ci piacerà parecchio: 

Wow! This is gonna be so much fun.

Wow! Questo sarà molto divertente.

Caption 16, Blippi Cool Science Experiment for Kids - Part 1

 Play Caption

 

Funny

A differenza di fun, funny è solo un aggettivo e si usa per descrivere quelle situazioni, persone o cose che fanno ridere o sono buffi. 

She is literally sarcastic, she's funny, she's all over the place.

Lei è veramente sarcastica, è divertente, è dappertutto [è un vulcano].

 Play Caption

 

You know, it's funny that you ask that.

Sai, è buffo che tu me lo chieda.

Caption 30, Two and a Half Men Dead from the Waist Down

 Play Caption0

 

Divertirsi con il verbo to have

Chi non ha mai ascoltato o ballato l'iconica canzone degli anni '80 Girls Just Want To Have Fun di Cyndi Lauper? Se fun vuol dire "divertimento/divertente", to have fun vuol dire "divertirsi". 

 

Ci sono altre parole che insieme al verbo to have assumono lo stesso significato di to have fun, come ad esempio to have a ball. Ball vuol dire sia "palla" che "ballo", ma non viene mai tradotto letteralmente nell'espressione to have a ball:

When the joint starts jumpin' I'll have a ball

Quando il locale comincerà a saltare [riempirsi] mi divertirò un mondo

Caption 40, Penny Short Film - Part 2

 Play Caption

 

A blast, in senso figurato, vuol dire "uno spasso, uno sballo", come ad esempio quando diciamo the party was a blast! (la festa è stata uno sballo!). Quindi possiamo usare l'espressione to have a blast con il significato di "divertirsi":

So we have a blast working together.

Quindi ci divertiamo tantissimo a lavorare insieme.

Caption 66, On Deck with Lucy Fashion Blogger Ava Improta

 Play Caption

 

Un'espressione molto semplice e diffusa è to have a good/great time, letteralmente "avere un buon/fantastico momento", ma più semplicemente, è un altro modo per dire "divertirsi un mondo, divertirsi tantissimo":

I'm here, here to go surfing and party and have a good time.

Sono qui, qui per andare a fare surf e fare festa e divertirmi.

Caption 21, Todos Santos Beach On the Beach with the Boys

 Play Caption

 

Last but not least (ultimo, ma non meno importante), anche il verbo to enjoy, oltre a "piacere" e "godere", può essere usato per dire che ci si diverte nel fare qualcosa, o più semplicemente per augurare buon divertimento a qualcuno: Enjoy your holidays! (buone vacanze!).

Continua a leggere

La parola news

Se cerchiamo la parola news in un dizionario italiano, questo anglicismo figura come sostantivo femminile plurale (le news di oggi) e indica informazioni recenti fornite da un notiziario radio o televisivo. Nonostante il significato sia identico a quello che il sostantivo ha in inglese, la grossa differenza sta nel fatto che in inglese news è usato sempre al singolare. Ce lo spiega molto bene Sigrid con questo esempio:

It sounds like it's plural, but it's singular. The news is bad or the news is good.

Suona come se fosse plurale, ma è singolare. La notizia è cattiva o la notizia è buona.

Play Caption

 

Oltre ad indicare notizie trasmesse da TV, radio e simili, news è usato anche per parlare o raccontare delle novità, che possono riguardare noi e chi ci sta intorno:

Carly. -Hey, I heard the news. Congratulations.

Carly. -Ehi, ho sentito la novità. Congratulazioni.

 Play Caption
 

 

Se qualcuno ci racconta che qualcosa di bello sta accadendo nella sua vita, noi potremmo rispondere con That’s great news! (Questa è un’ottima notizia!).

We would be very pleased to offer you the position, and we're wondering, are you still interested? That is wonderful news! Yes, I most certainly am!

Saremmo molto lieti di offrirti la posizione e ci chiediamo, sei ancora interessata? È una notizia meravigliosa! Sì, lo sono, naturalmente!

Captions 12-14, Business English Starting on a New Job - Part 1

 Play Caption

 

Ecco un altro esempio dove si vede chiaramente che news è un sostantivo usato nel singolare:

The good news is, it's already started.

La buona notizia è che abbiamo già iniziato.

Caption 66, Nature Preservation The Story of Bottled Water - Part 2

 Play Caption

 

Ripasso: completare il dialogo, scegliendo fra risposta a o risposta b

person 1: I have some great news! 

person 2 : a) What is it?

                 b) What are they? 

 

person 1: I'd like to watch the news.

person 2 : a) What channel are they on?

                 b) What channel is it on?

 

person 1: My sister just had a baby.

person 2: a) I know. Good news travels fast!

                b) I know. Good news travel fast!

 

Answers: a,b,a

Continua a leggere

Giving your opinion: come esprimere la propria opinione in inglese

Prima o poi tutti coloro che imparano una lingua straniera si troveranno davanti alla sfida di esprimere la propria opinione. Essere in grado di condividere la propria idea in una conversazione è fondamentale affinché questa conversazione si svolga in maniera corretta ed efficace. 

In questa lezione parliamo di alcune delle (tante) formule usate in inglese per esprimere un pensiero, un punto di vista, o anche semplicemente per rispondere a qualcuno che chiede un nostro parere.  

 

Esprimere un'opinione

In una conversazione informale, se vogliamo esternare un pensiero in modo deciso possiamo usare il verbo to think (pensare, credere):

I think she's the best pop star in the world right now.

Credo che in questo momento sia la pop star migliore del mondo.

Caption 14, I Blame Coco Fans Q&A - Part 1

 Play Caption

 

Anche il verbo to feel (sentire) e l'espressione I have the feeling that (ho la sensazione che) possono essere usate per introdurre un discorso: 

I feel that I'm leading a healthy and happier lifestyle and I think it has really impacted my surfing and my performance.

Sento che sto conducendo uno stile di vita sano e più felice e penso che abbia davvero influito sul mio modo di fare surf e sulle mie prestazioni.

Captions 15-16, peta2 Interviews Vegan Surfer Tia Blanco

 Play Caption

 

Se immaginiamo che una cosa sia o possa verificarsi in un derterminato modo, possiamo ricorrere a due verbi per esprimere in modo meno convincente e sicuro il nostro pensiero: to guess e to suppose, che in italiano corrispondo a immaginare, supporre, ipotizzare, presumere. 

She studied economics at university, although I guess I could be wrong.

Ha studiato economia all'università, anche se suppongo che potrei sbagliarmi.

Captions 24-25, English Grammar Lesson English Sentence Structure - Part 8

 Play Caption

 

All'inizio di una conversazione, specialmente quando stiamo spiegando qualcosa o stiamo dando istruzioni a qualcuno, possiamo usare la locuzione avverbiale frasale first of all (prima di tutto):

So first of all, I just want to say that, um... you can't wear jewelry in the lesson.

Dunque, prima di tutto, voglio solamente dire che, ehm… non potete indossare gioielli durante la lezione.

Captions 7-8, Karate with Anne-Marie Episode 2: The Vamps

 Play Caption

 

L'avverbio first (primo) può essere usato anche da solo con lo stesso significato di first of all. In italiano diremmo "prima di tutto", "per prima cosa", "in primo luogo", eccetera. Come vedrete in questo esempio, Mike Myers elenca due motivi per cui sta presentando Sir Sean Connery alla platea e per introdurre il secondo motivo usa second (secondo):

Well, first, I'm a huge fan. Second, Sean Connery's portrayal of James Bond is obviously the inspiration for Austin Powers.

Be', in primo luogo, sono un grande fan. In secondo luogo, il ritratto di James Bond di Sean Connery è ovviamente l'ispirazione per Austin Powers.

 Play Caption

 

L'espressione as far as I'm concerned (per quanto mi riguarda) può essere usata sia in conversazioni formali che informali, come ad esempio in questo episodio del film "Flying" in cui Leah puntualizza a Robin (protagonista del film) che quest'ultima non è mai stata e mai sarà un membro della squadra di ginnastica artistica: 

As far as I'm concerned, you're not a member of this team.

Per quanto mi riguarda, tu non sei un membro di questa squadra.

Caption 46, Dream to Believe aka Flying - Part 7

 Play Caption

 

Gli avverbi furthermore e moreover (inoltre, per di più, tra l'altro) sono spesso usati per aggiungere ulteriori informazioni a quanto già detto, come nel video di Noam Chomsky, uno dei più grandi filosofi e commentatori politici del nostro tempo, nel quale spiega come le persone stupide a volte sono proprio quelle che purtroppo hanno in mano il futuro dell'umanità:

Furthermore, they're backed by major concentrations of power.

Inoltre, sono sostenuti da grandi concentrazioni di potere.

 Play Caption

 

Altre due espressioni che possono essere usate in qualunque tipo di conversazione sono in my view e in my opinion:

but in my view we should aim to have a new prime minister in place by the start of the Conservative Party Conference in October.

ma a mio avviso dovremmo puntare ad avere un nuovo Primo Ministro al proprio posto all'inizio della Conferenza del Partito Conservatore ad ottobre.

Captions 58-59, Brexit David Cameron resigns as UK votes to leave

 Play Caption

 

Now in my opinion, your work experience section is the most important section of your CV.

Ora, a mio parere, la sezione dell'esperienza lavorativa è la sezione più importante del vostro CV.

Captions 31-32, Business English Curriculum Vitae - Part 1

 Play Caption

 

 

Essere d'accordo

Quando condividiamo pienamente le stesse idee e opinioni di altra gente, vogliamo mostrare la nostra approvazione e il nostro consenso, pertanto usiamo il verbo to agree (essere d'accordo). Attenzione! Mentre in italiano diremmo "sono d'accordo con te", in inglese agree non è mai preceduto dal verbo to be (essere). Quindi la nostra risposta sarà I agree with you. Possiamo usare il verbo to agree anche all'interno della frase I couldn't agree with you more (non potrei essere più d'accordo con te/con quello che dici).

 

Un'espressione molto informale usata spesso come risposta affermativa è fair enough:

Another really good idiom is: "fair enough!" which means: "I agree with what you've just said."

Un'altra frase idiomatica davvero buona è: "d'accordo!" che significa: "Sono d'accordo con quello che hai appena detto".

Captions 41-42, English common phrases - Part 1

 Play Caption

 

A volte, se rispondiamo con fair enough, vogliamo far capire al nostro interlocutore che comprendiamo il suo punto di vista, ma che non lo condividiamo appieno:

I am sorry I cancelled my plans with you at the last minute, but I really had to help out my mom. -Fair enough.

Mi dispiace di aver disdetto il mio appuntamento con te all'ultimo momento, ma dovevo davvero aiutare mia madre. -Va be'/Fa niente/D'accordo.

 

Percepite anche voi un po' di delusione in questa risposta? 

 

Esprimere disaccordo

Prima di dichiararci in disaccordo con qualcuno, potremmo semplicemente ritrovarci a voler esprimere un parere personale negativo, qualcosa che non ci convince del tutto:

I'm not sure people understand irony in this day and age.

Non sono sicura che la gente capisca l'ironia di questi tempi.

 Play Caption

 

It goes without saying that (va da sé che) basta trasformare una frase da affermativa a negativa per esprimere disaccordo. Se quindi  nel primo esempio di questa lezione abbiamo la frase I think she's the best pop star in the world right now, se non siamo d'accordo basterà aggiungere don't

I dont' think she's the best pop star in the world right now.

Non credo che in questo momento sia la pop star migliore del mondo.

 

Altre espressioni che possiamo usare per esprimere disaccordo sono:

I don't agree with you/ I disagree with you (non sono d'accordo con te).

I don't think so (non penso proprio). 

I am afraid this is not quite true (temo che non sia del tutto vero).

I take a different view (ho un'opinione diversa/la penso diversamente).

 

Continua a leggere

Interiezioni ed esclamazioni in inglese

Tante volte vi sarà capitato di voler esprimere sensazioni e sentimenti improvvisi in inglese, e se non volete limitarvi ad un semplice Wow!, le vostre esclamazioni di gioia, di rabbia, di sdegno o di meraviglia, oltre ad essere affidate al tono della voce e ad altri mezzi espressivi come gesti e mimica facciale, dovranno essere riprodotte con le interiezioni ed esclamazioni più appropriate.

 

Nella maggior parte dei casi, le interiezioni ed esclamazioni sono delle parole seguite da un punto esclamativo e possono essere collocate sia all'inizio sia alla fine di una frase. Le interiezioni possono essere parole che riportano suoni e hanno la semplice funzione di esclamazione, ad esempio Ugh! (bleah!), oppure possono comprendere altre parti del discorso che vengono usate come esclamazioni, come ad esempio Great! (ottimo!).

 

Questi tipi di espressioni le troviamo per lo più nel linguaggio parlato, specie in quello giovanile. Se siete appassionati di fumetti o di serie TV americane, di queste esclamazioni ne avrete lette e sentite in abbondanza, ma forse non sapete ancora che anche tra i video di Yabla Inglese ci sono centinaia di esempi, da quelli più comuni a quelli che davvero in pochi usano.

 

Esclamazioni di felicità

Quando nel giorno di Pasqua Nonno Pig organizza una caccia alle uova per Peppa Pig e i suoi amici, Peppa trova il suo uovo e non riesce a trattenere la sua gioia, perciò esclama:

Hurray! An egg for me!

Urrà! Un uovo per me!

Caption 21, Peppa Pig Easter week

 Play Caption

 

Qui, invece, si parla dei Queen e del film biografico "Bohemian Rhapsody" che ha entusiasmato tutti i fan della band:

Yippee-ki-yay, movie lovers.

Evviva, amanti dei film [cinefili].

Caption 6, Bohemian Rhapsody Six facts about the true story - Part 1

 Play Caption

 

Neanche Blippi riesce a trattenere la sua felicità ogni volta che prova a fare un esperimento!

Yay! That was so much fun, gathering all these items with you.

Alé! È stato così divertente raccogliere questi oggetti con voi.

Captions 39-40, Blippi Cool Science Experiment for Kids - Part 2

 Play Caption

 

Esclamazioni di rabbia 

Quando un gruppo di studenti fa di tutto per evitare un compito un classe, ma l'insegnante è più scaltra di loro e non si fa fregare, e allora che i ragazzi esclameranno:

Darn it, let's just take it!

Maledizione, facciamolo e basta!

Caption 71, Lele Pons How to Avoid Taking a Test

 Play Caption

 

Altre esclamazioni in inglese che useremmo per dire "cavolo", "diavolo", "dannazione" sono heck, hell, dammit/damn!:

Damn, I wish I could help him.

Dannazione, vorrei poterlo aiutare.

Caption 31, Toonces the Driving Cat Driver's Test

 Play Caption

 

Esclamazioni di stupore 

Un'espressione utilizzata quando veniamo a conoscenza di un'informazione sorprendente o di una vera e propria big news che non ci saremmo mai aspettati è No way! (ma dai!, impossibile!, non ci credo!):

And my great, great nan used to do the tightrope. -No way! 

E la mia bis, bisnonna era solita fare la corda tesa [equilibrista]. -Ma dai!

Captions 13-14, Karate with Anne-Marie Episode 5: Olly Murs

 Play Caption

 

Oltre ad esprimere stupore e sorpresa, No way è utilizzato anche come espressione per negare enfaticamente qualcosa:

Can I borrow your car? -No way!

Mi presti la tua macchina? -Neanche per idea/sogno!

 

Un'altra espressione molto comune in inglese usata per esprimere stupore è No kidding!:

Anna is getting married. -No kidding!

Anna sta per sposarsi. -Sul serio?/stai scherzando?

 

Un sinonimo di No kidding! è Seriously? ed entrambe le eslamazioni possono avere una sfumatura ironica.

 

Un'interiezione che in italiano equivale a "Ma non mi dire!" e a "Ma davvero?" è duh!. Anche questa interiezione è usata in modo ironico come risposta ad una cosa che in realtà è ovvia ed è una risposta che non daremmo mai al nostro capo o a un professore, ad esempio. 

It's so cold! -Duh... we are in Antartica!

Fa davvero freddo! -Ma non mi dire... siamo in Antartide!

 

Quelle che seguono sono due interiezioni davvero molto usate nel linguaggio di tutti i giorni:

Oh, man! That's unbelievable!

Mamma mia!/Accidenti! È incredibile!

 

Wow! I can't believe it! I got the job!

Caspita! Non posso crederci! Ho ottenuto il lavoro!

Caption 37, Business English Starting on a new job - Part 1

 Play Caption

 

Un'esclamazione poco usata ma che gli appassionati di una delle serie TV americane più apprezzate in Italia avrebbero potuto sentire è quella pronunciata da Sheldon in The Big Bang Theory durante le riprese del suo programma "Fun with flags": 

Crikey! What flag do we have today?

Caspita! Che bandiera abbiamo oggi?

Caption 1, Dr. Sheldon Cooper Fun with Flags - Part 5

 Play Caption

 

Altre interiezioni 

Oltre al sopracitato Ugh!, un'altra interiezione utilizzata per esprimere disgusto è Yikes!:

Yikes! I'm not getting in the water with that thing!

Bleah! Io non entro in acqua con quel coso!

Caption 10, Green TV Evolution of the Whale

 Play Caption

 

Le interiezione Ouch! e Ow! sono usate per esprimere un dolore improvviso e quindi corrispondono al nostro "ahi!".

 

L'interiezione Aw! indica che qualcosa è adorabile, bello, carino e la pronuncia ricorda molto il nostro "oh!", ma Aw! può essere usato anche per esprimere delusione. 

 

Le interiezioni Jeez e Gosh possono essere usate sia per esprimere sorpresa, come in Oh my Gosh! (oh mio Dio!, accipicchia!), o per esprimere sconcerto e disperazione: Oh jeez! (mannaggia!, accidenti!). Tuttavia, anche l'espressione Oh my God! è parecchio usata nel linguaggio comune. Vi suggeriamo questo video in cui quest'espressione compare diverse volte Adele at the BBC - When Adele wasn't Adele... but was Jenny!

 

Ed infine, concludiamo con una delle interiezioni più frequenti nei video di Yabla Inglese, che può essere tradotta in svariati modi, a seconda del contesto:

Whoa! Check out that one. Her body is a perfect "X" [Roman numeral for the number ten].

Aspetta! Guarda quella. Il suo corpo è una perfetta "X" [numero dieci in romano].

Caption 12, How I Met Your Mother Desperation Day

 Play Caption

 

Whoa, yeah! This is amazing.

Wow, sì! Questo è meraviglioso.

Caption 64, Lele Pons How to Avoid Taking a Test

 Play Caption

 

L'interiezione whoa! deriva dal comando che il cavaliere trasmette ad un cavallo per farlo fermare. Oltre ai due significati sopracitati, whoa è comunemente usato al posto di Hey! per attirare l'attenzione di qualcuno.

 

Di interiezioni ed esclamazioni inglesi ce ne sono a centianai e, alas (ahinoi), non possiamo riportarle tutte qui! Ma speriamo che questa lezione vi sia servita ad imparare qualcosa di nuovo o che comunque sia per voi uno spunto per approfondire questo argomento. 

Continua a leggere

Quanti significati ha la parola well?

Se vi state chiedendo se una singola parola può avere più di un significato, la risposta è sì! In questa lezione, approfondiremo i significati della parola well (bene) che può essere un'interiezione, un avverbio, un aggettivo, un sostantivo e un verbo! 

Vediamo quindi come e quando usare questa parola a seconda della sua specifica accezione.

 

Well, interiezione

Le interiezioni sono le parti invariabili di un discorso, non hanno regole linguistiche precise e possono comparire da sole formando periodi di testo isolati. Sono utilizzate perlopiù per esprimere condizioni di agitazione, reazioni improvvise, stati d'animo concitati. Quando well (be') ha l'accezione di interiezione, si trova spesso all'inizio di una frase o all'interno di un discorso, ed è usato quando facciamo una pausa o non siamo sicuri di quello che vogliamo dire. Non a caso, nella lingua inglese, la parola well fa parte dei cosiddetti "gap filler".

 

Well, what we have here is a true athlete.

Be', quella che abbiamo qui è una vera atleta.

Caption 23, 2015 Chevrolet Corvette - Z06 Sneak Preview

 Play Caption

 

Hi. You live here, right?

Ciao. Tu vivi qui, giusto?

-Yeah, well, my parents do. I'm staying with them.

-Sì, beh, i miei genitori vivono qui. Io sto con [da] loro.

Caption 1, Movie Trailers - James Gray - Two Lovers

 Play Caption

 

Well, avverbio

Quando well è usato come avverbio serve a definire come un’azione viene eseguita.

Nell'esempio che segue,  possiamo dire che il significato di well si avvicina molto a quello di satisfactorily (in modo soddisfacente):

 

So far everything's been going really well.

Fino ad ora tutto sta andando davvero bene.

Caption 7, Business English - Difficulties with Coworkers and Contracts

 Play Caption

 

Qui, invece, usiamo well con il significato di thoroughlycarefully (meticolosamente, accuratamente):

 

So beat the butter and sugar well,

Quindi, sbattete bene il burro e lo zucchero,

and then add your eggs.

e dopo aggiungete le vostre uova.

Caption 10, English Afternoon Tea - Victoria Sponge - The Royal Connection

 Play Caption

 

Well, aggettivo

In pochissimi casi, well è usato come aggettivo. Di norma, l'aggettivo che usiamo per rendere "bene" in inglese è good, ma se parliamo di condizioni soddisfacenti, come nel caso di buone condizioni di salute, possiamo usare well:

Last week I was too ill to get out of bed.​

La scorsa settimana stavo troppo male per alzarmi dal letto,

but today, finally, I am well again.

ma oggi, finalmente, sto di nuovo bene

 

Well, sostantivo e verbo

A/the well è un sostantivo e significa "una sorgente", "una fonte", "un pozzo".

La forma verbale to well significa "sgorgare", "fuoriscire":

Water welled from the fountain.

L'acqua sgorgava dalla fontana. 

 

Espressioni con well

well done (interiezione): "ben fatto", "congratulazioni".

 

Well done, Kyran.

Ben fatto, Kyran.

Caption 71, Our School - Series 1 - Episode 1

 Play Caption

 

alive and well (aggettivo): "vivo e vegeto", "in buona salute".

as well as (congiunzione): "oltre a", "in aggiunta a".

as well (congiunzione): "anche", "inoltre ".

 

Moisture evaporates from the wet foliage as well.

L'umidità evapora anche dal fogliame bagnato.

Caption 34, Project Earth - California Unknown Beauty

 Play Caption

 

Grazie per aver letto la nostra newsletter. Speriamo di rivedervi qui il mese prossimo. Scrivete i vostri commenti, le vostre domande, o i vostri suggerimenti newsletter@yabla.com

Continua a leggere

"Prestare" e "prendere in prestito" in inglese: to lend, to borrow

"Prestare" e "prendere in prestito" sono tradotti in inglese con due verbi: to lend e to borrow.

Nel dizionario, il verbo "prestare" appare sia come traduzione di borrow  che di lend.  Effettivamente, nel momento in cui abbiamo bisogno di chiedere qualcosa in prestisto da qualcuno, possiamo formulare la domanda usando entrambi i verbi, facendo però attenzione alla costruzione della frase interrogativa:

 

May I borrow your pen for a minute?

Potrei prendere in prestito la tua penna per un minuto?

Caption 16, English with Annette O'Neil - Formally and Informally Asking for Help

 Play Caption

 

Could you lend me some money, please?

Potresti prestarmi/darmi in prestito dei soldi, per favore?

 

Nelle frasi affermative, invece, non è possibile usare i due verbi indifferentemente. Infatti, usiamo to borrow quando prendiamo qualcosa in prestito da qualcuno:

 

Borrow a note from a friend. 

Prendete in prestito un banconota da un amico.

Caption 49, Richard Wiseman - 10 Bets You Will Always Win

 Play Caption

 

Il verbo to borrow è sempre seguito dalla preposizione from (da). La costruzione di una frase è la seguente: soggetto, to borrow, complemento oggetto, from.

borrowed a book from the library for my English exam.

Ho preso in prestito un libro dalla biblioteca per il mio esame d'inglese. 

 

Useremo to lend per dire che abbiamo prestato qualcosa a qualcuno o che qualcuno ci ha fatto il favore di prestarci qualcosa di cui avevamo bisogno:

They lent us their bikes to go around the city.

Ci hanno prestato le loro biciclette per girare la città.

 

To lend può essere seguito direttamente dal complemento (come nell'esempio precendete), oppure, quando è seguito dall'oggetto prestato, il beneficiario di tale oggetto viene introdotto dalla preposizione to

I lent my new dress to my sister for her birthday party.

Ho prestato il mio vestito nuovo a mia sorella per la sua festa di compleanno.  

 

Un'espressione che potrebbe tornarvi utile se doveste avere bisogno di un aiuto per fare qualcosa è to lend a hand:

 

The phrase "to lend a hand" means to help.

La frase "dare una mano" significa aiutare.

Caption 23, English with Annette O'Neil - Formally and Informally Asking for Help

 Play Caption

 

Loan invece è il "prestito" e si riferisce anche a quello erogato dalle banche e dagli istituti di credito:

Unless you have enough money stashed to pay solely in cash and upfront, the bank can give you a loan to buy a property.

A meno che tu non abbia abbastanza soldi messi da parte per pagare esclusivamente in contanti e in anticipo, la banca può darti un prestito per acquistare la tua proprietà.

 

Grazie per aver letto la nostra newsletter. Speriamo di rivedervi qui il mese prossimo. Scrivete i vostri commenti, le vostre domande, o i vostri suggerimenti newsletter@yabla.com

 

Continua a leggere

La primavera: Spring has sprung

Il passaggio dall'inverno alla primavera è caratterizzato dall'eguaglianza del giorno e della notte per tutti i luoghi della Terra e si chiama "equinozio di primavera". Sigrid ci ricorda che una delle feste primaverili è Pasqua:

 

Easter is a holiday that follows the vernal equinox.

Pasqua è una festività che segue l'equinozio di primavera.

We have an equinox when the night is the same length as the day:

Noi abbiamo un equinozio quando la notte ha la stessa durata del giorno:

twelve hours and twelve hours,

dodici ore e dodici ore,

and it's around the twenty-first of March, the beginning of spring.

ed è intorno al ventuno marzo, l'inizio della primavera.

Captions 6-9, Holidays and Seasons with Sigrid - Easter

 Play Caption

 

Come non ammirare i mille colori di cui si vestono prati e boschi di tutto il mondo nella bella stagione... ce lo ricordano anche i Pinker Tones, nel loro brano "Tokyo":

 

I promised that I'll take you for a ride

Ho promesso che ti porterò a fare un giro

To see cherry blossoms in the springtime

per vedere i fiori di ciliegio in primavera

Captions 22-23, The Pinker Tones - Tokyo

 Play Caption

 

In alcune parti del mondo, come l'Alaska, fino a qualche tempo fa, la primavera e l'estate avevano caratteristiche specifiche:

 

Spring and summer in Alaska are very short.

La primavera e l'estate in Alaska sono molto brevi.

Caption 34, Nature & Wildlife - Search for the Ghost Bear

 Play Caption

 

In realtà, nel mese di marzo, l'Alaska, tradizionalmente conosciuta come una delle regioni più fredde del pianeta, sta vivendo una lunga fase di caldo anomalo.

 

In questi due video Sigrid - Spring Musings e The Four Seasons - Spring, troverete tante informazioni relative all'abbigliamento consigliato e alle piante che crescono in primavera. 

 

Daylight Savings Time (l'ora legale)

A breve sposteremo avanti di un'ora le lancette degli orologi per sfruttare meglio l'irradiazione del sole. Questa convenzione da noi conosciuta come "ora legale", in inglese si chiama Spring Forward, Summer Time o Daylight Savings Time. Negli Stati Uniti, ha inizio solitamente la seconda domenica di marzo ed è sempre in questo periodo che si svolge una tradizione accademica conosciuta come spring break (vacanza di primavera). Numerosi studenti dei paesi anglosassoni (Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda, ecc.) hanno a disposizione una settimana di vacanza durante la quale, in genere, si recano in un luogo turistico. Negli Stati Uniti la vacanza si può svolgere dalla fine di febbraio fino a circa metà aprile, ma il periodo più usuale è quello della prima metà di marzo. 

 

Altri significati di spring

La parola springoltre a "primavera", ha anche il significato di "fonte, sorgente":

 

A spring turns into a trickle.

Una fonte si trasforma in un rivolo.

Caption 27, Evolution - On Land

 Play Caption

 

E il verbo to spring significa anche "zampillare" e "azionare":

 

That makes tears want to spring to my eyes.

Questo fa venire voglia alle lacrime di zampillare dai miei [mi fa venire le lacrime agli] occhi.

Caption 38, Comic-Con 2015 - Jennifer Lawrence

 Play Caption

 

As soon as the shark calms down, the biologists spring to action.

Non appena lo squalo si calma, i biologi si mettono in azione.

Caption 71, Nature & Wildlife - Wild Sharks

 Play Caption

 

Grazie per aver letto la nostra newsletter. Speriamo di rivedervi qui il mese prossimo. Scrivete i vostri commenti, le vostre domande, o i vostri suggerimenti a newsletter@yabla.com

 

Continua a leggere

Say e tell: qual è la differenza?

 

Il verbo “dire” viene reso in inglese con due verbi diversi: to say e to tell. Impareremo quindi tutte le loro sfumature e in che modo utilizzare questi due verbi.

BANNER PLACEHOLDER

To say

To say (passato e participio passato said) viene usato per indicare da chi vengono pronunciate le parole riportate tra virgolette nel discorso diretto (direct speech).

“There’s going to be a parents’ meeting next Monday,” the principal said.

‘Ci sarà un incontro con i genitori lunedì prossimo’, ha detto il preside. 

 

To say è seguito dalla preposizione to quando è espresso il complemento di termine, cioè la persona a cui viene riferito qualcosa (nome o pronome).

 

When there is fog, you can say to somebody,

Quando c'è nebbia, potete dire a qualcuno,

"Be careful when you drive tonight."

"Stai attento quando guidi stanotte”.

Captions 2-3, English with Lauren - The Weather

 Play Caption

 

Viene usato per introdurre il discorso indiretto (reported speech, indirect speech), quando non è espressa la persona a cui si riferisca qualcosa. Tra la proposizione principale che contiene il verbo to say e la secondaria dichiarativa si può trovare la congiunzione that (che), oppure nessuna congiunzione.

Mr. Brown said that he had moved to his new office the week before.

Il signor Brown disse che si era trasferito nel suo nuovo ufficio la settimana precedente. 

Mr. Brown said he had moved to his new office the week before.

Il signor Brown disse che se era trasferito nel suo nuovo ufficio la settimana precedente. 

 

The organizers say it will be ready in time.

Gli organizzatori dicono che sarà pronto per tempo.

Caption 3, World Cup 2018 - A Tour of Cities and Venues

 Play Caption

 

Il verbo to say è usato inoltre in queste espressioni:

say a word (dire una parola)
say yes/no (dire di sì/no)
say thank you (ringraziare)
say please (dire per favore)
say hello/goodbye (salutare)
say something (dire qualcosa)

 

To tell

To tell (passato e participio passato told) viene usato per introdurre il discorso indiretto quando è espressa la persona a cui si dice o si racconta qualcosa. In questo caso la persona, che in italiano è complemento di termine, in inglese è complemento oggetto, cioè non è preceduta da alcuna preposizione.

 

Jake told Hector to check out Lena's new invention.

Jake ha detto ad Hector di dare un'occhiata alla nuova invenzione di Lena.

Caption 18, Hemispheres - The Amazing Cell Phone

 Play Caption

 

La proposizione principale contenente il verbo to tell può essere seguita da:

 

  • una secondaria dichiarativa introdotta dalla congiunzione that, che spesso è sottintesa;

They told me (that) they were looking for a new instructor at the gym near my house.

Mi hanno detto che cercavano un nuovo istruttore nella palestra vicino a casa mia.

 

  • un verbo all’infinito; 

She told me to wait for a while.

Mi ha detto di aspettare un po’.

 

Quando oltre al complemento di termine è presente anche un complemento oggetto, si ha costruzione del double object: persona + oggetto:

 

The Prince told her a sad story.

Il principe le raccontò una storia triste.

Caption 29, Fairy Tales - The Frog King

 Play Caption

 

Con il verbo to tell si ha la forma passiva personale:

I was told to bring the receipt.

Mi è stato detto di portare la ricevuta.

 

Il verbo to tell è usato inoltre in queste espressioni:

tell a lie/lies (dire una bugia/bugie)
tell the truth (dire la verità)
tell a story (raccontare una storia)
tell the time (dire l’ora)
tell someone’s fortune (predire il futuro a qualcuno)
tell the difference (dire qual è la differenza/distinguere)
tell someone about something (parlare di qualcosa a qualcuno)
tell somebody something (raccontare qualcosa a qualcuno)

 

È stato detto che to say e to tell sono due dei verbi usati nel discorso indiretto; quest’ultimo sarà oggetto della nostra prossima newsletter. Nel frattempo, mettetevi alla prova con questo esercizio, scegliendo l’alternativa corretta.

 

  1. I said / told her not to go snowboarding - it’s too dangerous!
  2. My father always says / tells please and thank you.
  3. “Don’t forget your boots!” he said / told to them. 
  4. Can you please say / tell me what time the coach leaves?
  5. Where is Jill? I want to say / tell goodbye to her before we leave for the boat trip.
  6. I don’t know why but they didn’t say / tell hello to us when they arrived.
  7. You must say / tell the truth about what happened during the trekking. 
  8. He never says / tells me anything about his mountain climbing.

BANNER PLACEHOLDER

Grazie per aver letto la nostra newsletter. Speriamo di rivedervi qui il mese prossimo. Scrivete i vostri commenti, le vostre domande, o i vostri suggerimenti newsletter@yabla.com


Soluzioni al quiz
 


 
 

Continua a leggere

Awful vs Awesome e le loro evoluzioni

Tutte le lingue sono caratterizzate da fasi evolutive che alterano i costrutti grammaticali, le parti del discorso e le singole parole. L’evoluzione di una lingua è un evento abbastanza naturale e casuale, generato dai molteplici cambiamenti che interessano tutti gli esseri umani.

BANNER PLACEHOLDER

Oggi vogliamo affrontare con voi il caso dell’evoluzione di due parole: gli aggettivi awful e awesome. Come si può facilmente intuire, entrambi gli aggettivi derivano da awe e per capire a fondo la loro evoluzione, bisogna prima conoscere il significato di awe. Nell’Old English, awe denotava esclusivamente “timore” e “paura”, ma i sentimenti di timore e riverenza vennero affiancati nel Middle English da quelli appartenenti alla sfera dell’ammirazione e dello stupore. 

 

Nella sua forma arcaica, awful aveva il significato di awe-inspiring e indicava qualcosa di maestoso, imponente, ma anche impressionante e suggestivo. La prima testimonianza scritta di questa parola risale almeno al 1000 dopo Cristo. Oggi awful viene usato con l’accezione di “tremendo”, “terribile”, “pessimo” e via dicendo.

 

She showed up at the party with an awful dress.

Si è presentata alla festa con un abito terribile

 

 

Awful viene usato nella forma composta an awful lot (of) con il significato di “un mucchio (di)”, “un sacco (di)”:

 

 

There are an awful lot of windows in this apartment.

Ci sono un sacco di finestre in questo appartamento.

 

So we've done an awful lot of driving.

Dunque abbiamo guidato un sacco.

Caption 35, Over the Ocean - And through the Woods

 Play Caption

 

L’aggettivo awesome, apparso molto più tardi di awful, non ha avuto sempre una connotazione allegra. Venne usato nella prima traduzione inglese della Bibbia e alla fine del XVI secolo fece la sua prima comparsa nell’Oxford English Dictionary con il significato di filled with awe (pervaso di timore; in soggezione). A differenza di awful, awesome assunse più velocemente una connotazione positiva, simile al sentimento improvviso e gradevole di meraviglia e ammirazione. Ed è così che awesome conquista, nel corso degli anni soprattutto negli Stati Uniti, il significato di impressive, great (grandioso, fantastico, eccezionale). Questo termine oggi viene ampiamente usato dai giovani in espressioni che indicano ammirazione e meraviglia, come That’s awesome! (È fantastico!), You look awesome! (Sei magnifico!; Stai da Dio!)

 

So, food, fashion, and fitness tips, all on our site.

Quindi consigli su cibo, moda e fitness, tutto sul nostro sito.

Let's talk a little bit about your fashion because you look awesome right now,

Parliamo un po' della tua moda [senso dello stile] perché stai benissimo adesso,

this is so like Fall-Winter, on top of it.

questo è così Autunno-Inverno, soprattutto.

Captions 26-28, On Deck with Lucy - Fashion Blogger Ava Improta

 Play Caption

 

Uh, my whole experience here has been awesome.

Eh, tutta la mia esperienza qui è stata fantastica.

Caption 65, Robby Naish - Rides the World's Longest Wave

 Play Caption

 

I got a chef and he's amazing, cooks awesome food. -Cool.

Ho un cuoco ed è meraviglioso, cucina del cibo fantastico. -Figo.

Caption 33, BBC Radio 1 - Hangs Out at Justin Bieber's House

 Play Caption

 

Vi proponiamo adesso delle frasi in cui dovrete inserire awesome o awful. Prestate molta attenzione al contesto e al significato della frase per individuare il termine corretto.

 

  1. John has given you some _____ advice; you would be wise to follow it.

  2. The scientists managed to isolate the attacker's DNA. They should be congratulated for their _____ achievement.

  3. I'm afraid there's been some _____ news.

  4. I recommend eating at that restaurant. The food is _____.

  5. Tom seems to know an _____ lot about baseball.

  6. I have a nasty feeling something _____ is going to happen. 

 

BANNER PLACEHOLDER

Troverete qua le soluzione al quiz.

Continua a leggere

Come dichiarare l’amore in inglese

L’inglese è una di quelle lingue che descrive la condizione di “innamorarsi di qualcuno” con il verbo to fall (cadere). Probabilmente, questo può essere ricollegato al fatto che questa condizione sia spesso involontaria e inaspettata. Per esprimere questo sentimento, il verbo to fall è accompagnato da alcune preposizioni che ne determinano significati leggermente diversi: to fall in love ha esattamente il significato di “innamorarsi”.

BANNER PLACEHOLDER

 

And I'm thinking 'bout how people fall in love in mysterious ways

E sto pensando a come le persone si innamorano in modi misteriosi

Caption 7, Ed Sheeran - Thinking Out Loud

 Play Caption

 

To fall in love with, “innamorarsi di qualcuno”:

 

So, you know, the fact that I... the fact that I fell in love with Meghan so incredibly quickly.

Il fatto che io mi sia innamorato di Meghan così incredibilmente velocemente.

Caption 74, BBC News - Prince Harry and Meghan Markle

 Play Caption

 

To fall in love indica l’inizio di una relazione, il momento in cui ci si accorge di essersi innamorati di qualcuno. Da quel momento, per tutto il periodo di una storia d’amore, you will be in love (sarete innamorati).

 

I'm in love and always will be

Sono innamorata e sempre lo sarò

Caption 10, Dido - White Flag

 Play Caption

 

To fall for vuol dire sia “innamorarsi” che “cadere ai piedi (di qualcuno)”. Quest’ultima espressione può essere usata per parlare di un’attrazione fisica che si prova per qualcuno appena conosciuto:

 

He is good-looking: all the women fall for him.

È di bell’aspetto, tutte le donne gli cadono ai piedi.

 

I never thought I'd fall for you as hard as I did

Non ho mai pensato che mi sarei innamorata di te così pazzamente

Caption 10, Keri Hilson feat. Kanye West & Ne-Yo - Knock You Down

 Play Caption

 

Il verbo to like e l’espressione to have a  crush on someone sono meno incentrate sulla dimensione dell’amore. To like someone viene usato per dire che ci piace stare in compagnia di qualcuno o che quel qualcuno ci piace fisicamente. To have a crush on someone, invece, vuol dire “avere una cotta per qualcuno” e a differenza di to like someone, indica un sentimento passeggero, che potrebbe svanire in fretta.

 

A: I have a crush on Joe!

B: Your crush is right behind you.

 

A: Ho una cotta per Joe!

B: La tua cotta è proprio dietro di te.

 

Notate che la persona per cui abbiamo una cotta viene identificata proprio come la nostra crush.

BANNER PLACEHOLDER

Adesso siete pronti ad esprimere i vostri sentimenti alla vostra crush, o al vostro main squeeze (fidanzato/a) o alla vostra old flame (vecchia fiamma). O chissà, magari presto scoprirete che credete solo nel love at first sight (amore a prima vista).

Grazie per aver letto la nostra newsletter. Speriamo di rivedervi qui il mese prossimo. Scrivete i vostri commenti, le vostre domande, o i vostri suggerimenti newsletter@yabla.com

 

 

Continua a leggere

Come tradurre l’espressione “far fare” in inglese

 

 

L’espressione italiana “far fare qualcosa a qualcuno” può essere resa in inglese in vari modi, con diverse sfumature di significato:

 

con il verbo to make + forma basemake someone do something, che ha un significato abbastanza “neutro”:

BANNER PLACEHOLDER

Don’t make me laugh! Non farmi ridere!

 

...And the actions we can all take to make this problem go away.

...E le azioni che tutti noi possiamo prendere [compiere] per far sparire questo problema.

Caption 56, Rozalia Project - We Can Clean the Ocean

 Play Caption

 

I can't wait to destroy your village, make you beg for mercy.

Non vedo l'ora di distruggere il tuo villaggio, farti implorare pietà.

Caption 6, Clash of Clans: Revenge - Official Super Bowl TV Commercial

 Play Caption

 

You make my heart sing

Tu fai cantare il mio cuore

Caption 19, Coldplay - Game of Thrones: The Musical - Part 2

 Play Caption

 

oppure è usato con un’idea di obbligo:

 

The boss made me stay in the office till seven last night.

Il capo mi ha fatto rimanere in ufficio fino alle sette ieri sera.

 

My wife made me paint all the walls of our new flat before moving in.

Mia moglie mi ha fatto dipingere tutte le pareti del nostro nuovo appartamento prima di trasferirci.

 

 

con il verbo to let + forma base: let someone do something

 

oppure

 

con il verbo to allow + infinito: allow someone to do something,

usati ambedue nel senso di “permettere”, “lasciar fare qualcosa a qualcuno”

 

 

So, leave your comments below and let me know if this was helpful or not.

Allora, lasciate i vostri commenti sotto e fatemi sapere se vi è stato d'aiuto o no.

Caption 49, English Pronunciation - How to Pronounce the word "The"

 Play Caption

 

Open relationships also allow you to free yourself from the patriarchy as it were.

Le relazioni aperte ti permettono anche di liberarti dal patriarcato, per così dire.

Caption 26, Mayim Bialik - Open Relationships

 Play Caption

 

con il verbo to get + infinito: get someone to do something, che viene usato nel senso di convincere qualcuno a fare qualcosa, senza costrizione:

 

I’ll get her to talk to him.

La convincerò a parlargli

 

con i verbi to oblige o to force + infinito: oblige/force someone to do something, nel senso di obbligare, costringere qualcuno a fare qualcosa (molto più forte di make someone do something):

 

The police obliged / forced him to surrender.

La polizia l’ha costretto ad arrendersi.

 

con il verbo to cause + infinito: cause something to happen, nel senso di far succedere qualcosa, di solito negativo:

 

The frost caused the plants to die.

Il gelo ha fatto morire le piante

 

 

Tectonic shifts caused mountains to be formed.

I movimenti tettonici hanno causato la formazione delle montagne.

Caption 24, The Last Paradises - America's National Parks

 Play Caption

 

L’espressione italiana “farsi fare qualcosa (da qualcuno)” viene resa in inglese con la costruzione di tipo passivo to get/have something done (by someone).

 

In questo caso è sempre qualcun altro che fa qualcosa per noi, di solito un servizio. La persona rimane sottintesa quando è ovvio di chi si tratta (nella maggior parte dei casi):

 

Sandra got / had her hair cut very short (by the hairdresser).

Sandra si è fatta tagliare i capelli molto corti.

 

Peter got his arm tattooed with a big dragon.

Peter si è fatto tatuare sul braccio un grosso drago.

 

Notate la differenza tra:

 

They’re going to have the kitchen painted yellow.

Si faranno dipingere la cucina di giallo (da un imbianchino).

 

They’re going to paint the kitchen yellow.

Dipingeranno la cucina di giallo (lo faranno da sé).

 

Ciò che ci viene fatto può anche non dipendere dalla nostra volontà. Confrontate, per esempio:

 

I got my car fixed after the accident.

Mi sono fatto riparare l’auto dopo l’incidente (sono io che l’ho deciso).

 

I had my bag stolen.

Mi è stata rubata la borsa. (non l’ho certo voluto io!)

 

Sono frequenti le costruzioni: I need to / I want to / I must have something done

 

I need to get these photos printed.

Devo farmi stampare queste foto.

 

I want to have some trees planted in my garden.

Voglio farmi piantare qualche albero in giardino.

 

I must get this jumper dry-cleaned.

Devo far lavare a secco questo maglione.

 

Mettetevi alla prova con questo esercizio.

Completate le frasi con il verbo corretto. Scegliete tra to make, to allow, to get, to force e to cause.

 

  1. My brother _____ me play his new video game last night.
  2. I _____ him to give a me a pay raise.
  3. The heavy rain _____ the river to rise and flood our house!
  4. Working in the garden _____ me feel energetic!
  5. My husband _____ his car repaired by a good mechanic.
  6. My dad _____ me to use his computer yesterday.
  7. My mom _____ me to make my bed every morning.
  8. Will your parents ____ you to go to the dance?

 

BANNER PLACEHOLDER

Adesso provate a sostituire i verbi to allow, to cause, to get e to oblige con to make e/o to let, e ricordate che quest'ultimi sono sempre seguiti dalla forma base del verbo.

  1. He will allow you to ride his bike.
  2. Yesterday's rain caused many bridges to fall.
  3. They got me to write that letter.
  4. We can’t allow fear to ruin our relationship.
  5. Daniel’s behavior obliged his mother to apologize on his behalf.

 

Troverete le soluzioni qui 

Continua a leggere

To get, il verbo jolly

Mettetevi comodi e preparatevi a una lezione che richiede tutta la vostra attenzione.

Oggi vi proponiamo tantissimi esempi su un verbo poliedrico che può salvarvi in molte situazioni, o confondervi se non usato correttamente. Il verbo to get può essere tradotto in tantissimi modi ed è un verbo che se accompagnato da aggettivi, preposizioni, sostantivi, ecc. assume significati ben precisi.

BANNER PLACEHOLDER

Let’s get started (iniziamo)!

Per prima cosa, vediamo quali sono i suoi significati principali. Quando to get è seguito da un complemento oggetto, questo verbo può voler dire ottenere, prendere, comprare.

 

We're going to need to get the agreement of the sponsor.

Avremo bisogno di ottenere il consenso dello sponsor.

Caption 28, Business English - Decision Making in International Companies

 Play Caption

 

Where'd you get the green mercedes?

Dove hai preso la mercedes verde?

Caption 34, Dream to Believe - aka Flying - Parte 9

 Play Caption

 

I got a new dress for my birthday party.

Ho comprato un vestito nuovo per la mia festa di compleanno.

 

L’espressione to get più aggettivo, di solito può essere tradotta in italiano con dei verbi appositi che prendono il significato dall’aggettivo stesso. Ad esempio: to get older significa invecchiare, to get ready significa prepararsi, to get dirty vuol dire sporcarsi, e così via.

 

In altri casi invece, to get si può tradurre con diventare:

 

How did I get so blind and so cynical?

Come sono diventato così cieco e così cinico?

Caption 19, Avicii - Waiting for Love

 Play Caption

 

Vediamo ora alcuni di quei (tanti, troppi!) casi in cui to get più preposizione o avverbio si trasformano nei cosiddetti phrasal verbs. I phrasal verbs o verbi fraseologici, molto usati nell’inglese parlato, sono composti quindi da una voce verbale e da una o più particelle avverbiali ed eventuali preposizioni che ne modificano il significato. In qualche caso il significato di un phrasal verb può essere intuibile conoscendo il significato delle sue parti, ma in molti altri il verbo assume un significato difficilmente riconoscibile per un parlante non di madrelingua inglese. Ad esempio, il significato di to get down è facilmente intuibile se si conosce il significato di down (giù): andare giù, scendere. Tuttavia, to get down può anche voler dire scatenarsi, darci dentro.

 

To get along: andare d’accordo

 

Rays and sharks are part of the same family, but don't necessarily get along.

Razze e squali sono parte della stessa famiglia, ma non necessariamente vanno d'accordo.

Caption 48, Nature & Wildlife - Wild Sharks

 Play Caption

 

Un altro phrasal verb usato per dire “andare d’accordo con qualcuno” è to get on well with somebody.

 

To get away: andarsene

 

Get the hell away from me.

Vattene via da me, dannazione.

Caption 30, Dream to Believe - aka Flying - Parte 4

 Play Caption

 

To get away with: passarla liscia

 

No man living can call me an overstuffed polliwog and get away with it!

Nessun uomo in vita può chiamarmi un girino obeso e passarla liscia!

Caption 35, Laurel & Hardy - There's Going to Be a Fight

 Play Caption

 

To get by: cavarsela, tirare avanti

 

We all get by with a little help from our friends.

Tutti ce la caviamo con un po' di aiuto dei nostri amici.

Caption 47, Bob Parsons - Internet Know How

 Play Caption

 

To get up: alzarsi

 

I only slept about one hour

Ho dormito soltanto un'ora circa

and then had to get up at four thirty a.m.

e poi mi sono dovuto alzare alle quattro e trenta del mattino

Captions 34-35, Robby Naish - Rides the World's Longest Wave

 Play Caption

 

To get over: riprendersi da una malattia, dimenticare qualcuno

It’s not easy to get over someone you’ve been with for ten years.

Non è facile dimenticare qualcuno con cui sei stato per dieci anni.

 

To get in/out: entrare/uscire (questo phrasal verb è usato spesso con i mezzi di trasporto piccoli)

 

get in my car and I hang out with my friends.

Entro nella mia macchina e trascorro il tempo con gli amici.

Caption 42, Car Fanatic - Peter and His Hot Rod

 Play Caption

 

To get on/off: entrare/uscire (questo phrasal verb è usato spesso con i mezzi di trasporto più grandi)

 

Literally I wouldn't get on a bus, tube, or cab, I'd run.

Letteralmente, non salirei su un autobus, su una metropolitana o su un taxi, correrei.

Caption 25, Adele - The Making of 'Chasing Pavements'

 Play Caption

 

To get off the ground: decollare

 

But will this sort of technology ever get off the ground?

Ma questo genere di tecnologia potrà mai decollare?

Caption 74, BBC1 The One Show - Kite Power Solutions

 Play Caption

 

To get back: ritornare, ricontattare qualcuno

 

I worry when you get back I won't be able to talk to you.

Mi preoccupo [del fatto] che quando tornerai non sarò capace di parlarti.

Caption 15, Doctors Without Borders - Living In Emergency - UK & Ireland Theatrical Trailer

 Play Caption

 

Why don't you leave us your contact information and we'll get back to you.

Perché non ci lascia le sue informazioni di contatto e noi la ricontatteremo.

Caption 24, A Mickey Mouse Cartoon - Workin' Stiff

 Play Caption

 

To get through ha tanti significati diversi. Vediamo qualche frase per capire in che contesto possiamo usare questo phrasal verb.

 

In order to get through the crisis we have to work really hard.

Per superare la crisi dobbiamo lavorare duramente.

 

I tried to call her but couldn't get through.

Ho provato a chiamarla, ma non sono riuscito a raggiungerla.

 

We must get through this mission.

Dobbiamo portare a termine questa missione.

 

Oltre ai phrasal verbs, nella lingua inglese sono molto comuni anche tante espressioni con il verbo to get, come ad esempio:

 

I just don’t get it!

Io proprio non lo capisco!

It’s a pity we didn’t get to know each other during my holiday in London.

È un peccato non esserci conosciuti durante la mia vacanza a Londra.

My father didn’t get used to travelling by plane.

Mio padre non si è abituato a viaggiare in aereo.

I’m trying to get in touch with my boss.

Sto provando a mettermi in contatto con il mio capo.

BANNER PLACEHOLDER

Probabilmente potremmo continuare all’infinito a elencare altre espressioni e altri phrasal verbs, ma sappiamo che l’unico modo per imparare davvero le molteplici sfumature di una lingua è quello di immergersi completamente in essa. E allora avanti tutta con video, film, telefilm, riviste e viaggi (se possibile)!

 

Continua a leggere

Un caso di omofonia: Their, there o they’re?

Si definiscono omofone tutte quelle parole che, pur avendo grafia, significato ed etimologia diversi, hanno lo stesso suono. In questa lezione ci occuperemo di tre omofoni della lingua inglese che a volte possono mettere a dura prova la comprensione di un discorso. Si tratta di there, they’re their.

BANNER PLACEHOLDER

In frasi come quella che trovate di seguito, abbiamo tutte e tre le parole:

 

Their bedroom is over there, but they’re still sleeping.

La loro camera da letto è laggiù, ma loro stanno ancora dormendo.

 

 

Their (loro) è un aggettivo possessivo che precisa a chi appartiene la cosa, persona, animale o entità astratta a cui il nome fa riferimento.

 

People have their smart phones on them almost all the time.

Le persone hanno i loro smartphone su di loro [appresso] quasi tutto il tempo.

Caption 30, Bob Parsons The NEXT REALLY BIG THING - Part 1

 Play Caption

 

 

 

Some people might pack their own lunch and bring it in.

Alcune persone potrebbero impacchettare [preparare] il loro pranzo e portarlo con sé.

Caption 44, Business English Starting on a new job - Part 1

 Play Caption

 

There (lì; là) è un avverbio. Si usa per indicare la collocazione di qualcosa. Indica in genere un luogo non molto discosto da chi parla o da chi ascolta.

 

My friend [sic, friends] are gonna be there too

Anche i miei amici saranno .

Caption 10, AC/DC Highway to Hell

 Play Caption

 

 

There è anche usato con il verbo to be (essere) per parlare di qualcosa che esiste, che c’è. 

In frasi come There’s an English student in my class (c’è uno studente inglese nella mia classe), e There were two pens on my desk (c’erano due penne sulla mia scrivania), there, pur essendo un avverbio di luogo, si comporta come se fosse il soggetto del verbo to be. Questa costruzione si forma in tutti i modi verbali in cui to be può essere coniugato. 

 

They’re è la contrazione di they, forma plurale della terza persona maschile (essi; loro), più are, verbo essere coniugato alla terza persona plurale.

 

They're just massive ice cubes!

Sono davvero dei pezzi di ghiaccio giganti!

Caption 16, Alaska Revealed Tidal bores, icebergs and avalanches - Part 1

 Play Caption

 

 

Qui di seguito, trovate una frase che riporta due delle espressioni che abbiamo appena analizzato:

 

they're tired of losing their jobs.

Sono stanchi di perdere i loro lavori.

Caption 5, David Bowie Interview at 17!

 Play Caption

 

BANNER PLACEHOLDER

Speriamo di essere riusciti a fare chiarezza su questi termini tanto usati quanto confusi da i non madrelingua. 

Continua a leggere

Il verbo "to remember"

Se durante una conversazione vi trovaste a dover raccontare un ricordo d'infanzia, o se il vostro interlocutore vi ricordasse, nei modi di fare, un vecchio amico, come tradurreste in inglese ricordare? Sapete che il verbo ricordare si traduce in inglese in tre modi diversi?

In questa newsletter vi aiuteremo a fare chiarezza su questo verbo tanto utilizzato  in italiano quanto in inglese. 

BANNER PLACEHOLDER

To remember, to recall e to remind sono i tre verbi in questione e sono tutti e tre legati proprio al concetto di ricordo. Diciamo subito che remember e recall sono sinonimi e dunque spesso intercambiabili. L'unica sottile differenza tra i due è che recall significa nello specifico “richiamare alla mente”. Ad esempio:

 

Jason didn’t recall her name. 

Jason non si ricordava il suo nome (ovvero, non gli veniva in mente).

 

Approfondiamo l’uso di questi verbi con degli esempi estrapolati dai nostri video.

 

remember the night the policemen came.

Mi ricordo la notte in cui vennero i poliziotti.

Caption 36, Dream to Believe - aka Flying - Part 5

 Play Caption

 

I'm walkin' down my heart's street recalling faces I did meet.

Sto camminando lungo la strada del mio cuore ricordando le facce che ho incontrato.

Captions 12-13, Dream to Believe - aka Flying - Part 3

 Play Caption

 

In questi esempi, il soggetto compie l’azione di ricordare qualcosa. 

 

Spesso remember viene utilizzato con: when (quando), where (dove), why (perché) e how (come), come potete vedere in questo breve racconto:

 

I remember when we met for the first time. It was Christmas of 1992. I remember where it was, too. It was at Rockefeller Center in NYC. But I don't remember why we were both there, and I don't remember how we got there.

Do you recall? Was it by subway or bus, or by foot? 

 

Ricordo quando ci siamo incontrati per la prima volta. Era il Natale del 1992. Ricordo anche dove è stato. Eravamo al Rockefeller Center a New York, ma non ricordo perché eravamo tutti e due lì e non ricordo come ci siamo arrivati.

Tu ti ricordi? Ci siamo arrivati con la metropolitana, con l’autobus, o a piedi? 

 

Quando l’azione di ricordare non è esercitata dal soggetto stesso ma è stimolata da un elemento esterno, usiamo remind che significa, appunto, far ricordare qualcosa a qualcuno. 

Ce lo “spiega” molto bene la famosa cantante Adele nel testo di una sua canzone:

 

The scars of your love remind me of us

Le cicatrici del tuo amore mi ricordano di noi

Caption 9, Adele - Rolling In The Deep

 Play Caption

 

Remind è sempre seguito da un complemento oggetto, perciò all’interno della frase devono esserci sempre il soggetto che compie l’azione di ricordare e l’oggetto che viene ricordato. In questo caso, inoltre, è necessario inserire la preposizione “of” (di) subito dopo remind

Lo abbiamo visto nell’esempio precedente e possiamo vederlo anche in frasi “passive” come: 

Sarah reminds me of my sister Anna. 

Sarah mi ricorda mia sorella Anna.

 

O ancora,  

This song reminds me of Italy.

Questa canzone mi ricorda l’Italia.

 

Of” puo essere omesso quando remind viene usato “attivamente”, per esempio: 

reminded him to take out the garbage. 

Gli ho ricordato di portare fuori la spazzatura.

BANNER PLACEHOLDER

Remember e recall non hanno bisogno di “of”.

 

Continua a leggere

Il verbo "to work"

In inglese, ci sono parole che hanno più significati; se provate a cercare sul dizionario la parola work, noterete che, a parte la differenza tra il sostantivo work e il verbo to work, quest’ultimo si può tradurre in italiano in almeno tre modi diversi (e.g. lavorarecapire e funzionare). In questa lezione, ci focalizzeremo sui significati principali di questa parola e, come sempre, vi forniremo degli esempi estrapolati dai più svariati contesti presenti nei nostri video.

BANNER PLACEHOLDER

In questo primo esempio:

I chose London for the work opportunities.

Ho scelto Londra per le opportunità di lavoro.

Caption 6, Chris - I.T. Professional - Learn about his work in Information Technology

 Play Caption

 

Work opportunities è un sinonimo di job opportunitiesWork e job vengono infatti tradotti con il termine lavoro. Nel caso di job, la parola indica in modo più specifico una professione ed è infatti usato solo come sostantivo, mentre work è usato principalmente come verbo ed è utilizzato in modo più generico. Tuttavia, come spesso accade, bisogna considerare tutte le sfumature di un termine. Ad esempio, la frase I’m going to work può essere tradotta sia per dire “vado al lavoro” che per dire “vado a lavorare”. In entrambi i casi, to è una preposizione e work indica sia il posto di lavoro che l’azione stessa di “lavorare”. 

Qui di seguito, trovate un esempio di work usato come verbo:

"I work in a shop."

Lavoro in un negozio.

Caption 27, English Grammar in Use - Present Simple

 Play Caption


Nel caso in cui work sia utilizzato come sostantivo, è considerato un uncountable noun, ovvero un sostantivo non numerabile, che si usa sempre in forma singolare. Con il termine work si fa riferimento a qualsiasi tipo di attività che la persona svolge in senso generale, quindi non sempre legata al percepire uno stipendio. Work viene utilizzato nel senso più ampio del termine. Alcuni vocaboli che sentiamo spesso nella lingua inglese come homework (compiti a scuola), housework(lavori domestici) e workout (fare esercizi in palestra) ne sono una vera e propria testimonianza e sono entrati a far parte del linguaggio comune.  

 

Soffermiamoci adesso proprio sull’ultimo termine citato, workout. Nei prossimi due esempi, noterete che quando la grafia è unita, allora siamo in presenza di un sostantivo, ma se separiamo work da out, siamo dinanzi a un phrasal verb (verbo più preposizione/avverbio). 

 

playing music is the brain's equivalent of a full-body workout.

Suonare corrisponde ad un'attività fisica completa del cervello.

Caption 25, TED-Ed - How playing an instrument benefits your brain

 Play Caption

 

and we're still trying to work out how it works.

E noi stiamo ancora cercando di capire come funziona.

Caption 66, ABC Science Online - An interview with Douglas Adams

 Play Caption

 

Avrete sicuramente notato che in questa frase la traduzione di work out e work corrisponde a due verbi italiani diversi: capire e funzionare.

Funzionare è una delle accezioni principali di to work e di esempi ne troverete a bizzeffe. Magari adesso vi starete chiedendo:

 

So how does this really work?

Quindi, come funziona in realtà?

Caption 32, Business English - Planview Open Suite

 Play Caption

 

BANNER PLACEHOLDER

Funziona che è sempre il contesto a suggerire il significato più adatto e con un po’ di pratica vi verrà automatico percepire le diverse sfumature di questo termine poliedrico. 

Continua a leggere

I numeri in inglese

Imparare i numeri è indispensabile se si vuole parlare bene una lingua straniera; servono in tantissimi contesti della vita di tutti i giorni.

In inglese, i numeri cardinali (one, two, three, etc) indicano una quantità precisa, mentre i numeri ordinali (first, second, third, etc) indicano il posto in una successione. 

BANNER PLACEHOLDER

Iniziamo con i numeri da 0 a 20 e poi illustreremo le regole fondamentali per contare in inglese:

zero

one 11 eleven

two 12 twelve

three 13 thirteen

four 14 fourteen

five 15 fifteen

six 16 sixteen

seven 17 seventeen 

eight 18 eighteen 

nine 19 nineteen 

10 ten 20 twenty

 

Come avrai notato, i numeri che vanno da 13 a 19 si formano aggiungendo -teen ai numeri da 3 a 9. Ad esempio four + teen = fourteen; six + teen = sixteen, ecc. Però, alcuni dei numeri da 3 a 9, oltre ad aggiungere -teen, cambiano anche leggermente:

thirteen (tredici)fifteen (quindici)eighteen (diciotto)


Le decine si formano aggiungendo -ty ai numeri da 3 a 9. Ad esempio six + ty = sixtyseven + ty = seventy. Anche questa volta, però, alcuni dei numeri subiscono dei cambiamenti nell’aggiungere -ty:

thirty (trenta), forty (quaranta), fifty (cinquanta), eighty (ottanta)

 

Le unità vengono aggiunte alle decine separandole con un trattino, per esempio: forty-four (quarantaquattro), fifty-five (cinquantacinque), sixty-six (sessantasei), ecc.

 

Il numero 100 si può scrivere e pronunciare in due modi diversi ma abbastanza simili. Sigrid ti dice come in questo video: 

 

And then, we get to "one hundred," or "a hundred."

E poi, arriviamo a "cento" o "cento".

Caption 41, Sigrid explains - Numbers - Part 1

 Play Caption

 

Come abbiamo detto all’inizio, i numeri cardinali si usano per indicare una quantità, rispondono alla domanda “quanti?”, che in inglese si traduce con how much o how many. Si parla di quantità, per esempio, nel caso dei soldi, delle ore o dell’età, ma per sapere quando usare how much e quando invece usare how many, guarda questo video:  Jessica and Liz - how much and how many 

 

Quando vogliamo fare ordine, decidere cosa fare prima o semplicemente dire che giorno è oggi, usiamo i numeri ordinali. Guarda questo video Sigrid explains - Numbers - Part 2, per approfondire i numeri ordinali, soprattutto per quanto riguarda la pronuncia. 

 

Come regola generale, per formare i numeri ordinali in inglese aggiungiamo -th alla fine del numero naturale. Esempio:

 

The Empire State Building is on Thirty-fourth Street.

L'Empire State Building si trova sulla Trentaquattresima strada.

Caption 51, Sigrid explains - Numbers - Part 2

 Play Caption

 

Attenzione! Anche nei numeri ordinali ci sono delle eccezioni. Le decine subiscono una leggera modifica: la “y” diventa “ie”. Avremo quindi twentieth (ventesimo); thirtieth (trentesimo); fortieth(quarantesimo); ecc.

Altre eccezioni importanti sono: first (primo); second (secondo); third (terzo); fifth (quinto); eighth (ottavo); ninth (nono); twelfth (dodicesimo).

 

The printing press was invented in the fifteenth century.

La macchina da stampa è stata inventata nel quindicesimo secolo.

Caption 34, Sigrid explains - Numbers - Part 2

 Play Caption

 

Per indicare una cifra ordinale, aggiungiamo in alto le ultime due lettere dell’ordinale scritto per esteso: 

 

first = 1st  (primo)

second = 2nd (secondo)

third = 3rd (terzo)

fourth = 4th (quarto)

twenty-sixth = 26th (ventiseiesimo) 

a/one hundred and first = 101st (centounesimo)

BANNER PLACEHOLDER

Probabilmente starai pensando che dovrai sudare sette camicie per imparare a contare in inglese, ma non temere, con un po’ di pratica e con i nostri video, diventerai un vero number cruncher [macina numeri/genio in matematica]!

 

Continua a leggere

I verbi di azione in inglese

In inglese, si parla di action verbs quando si intende attribuire al verbo la proprietà di descrivere, per l’appunto, un’azione. In questa categoria rientrano quindi i verbi che descrivono tutto quello che facciamo, e.g. to read (leggere), to walk (camminare), to eat (mangiare), to breathe (respirare), ecc. e quello che accade intorno a noi. A differenza dei non-action verbs, gli action verbs possono essere usati nelle forme progressive, di cui parleremo in un’altra lezione. 

BANNER PLACEHOLDER

Un altro aspetto da considerare riguarda la coniugazione degli action verbs al presente semplice; unica regola da ricordare: aggiungi una “-s” alla terza persona singolare (he, she, it). Tuttavia, questa regola vale anche per i non-action verbs che, di norma, descrivono stati d’animo, desideri, opinioni, ecc. Pertanto, verbi come to seem (sembrare), to want (volere) o to like (piacere), se coniugati alla terza persona singolare del presente semplice terminano sempre in “-s”.

Non è facile stilare una lista che differenzi esattamente gli action verbs dai non-action verbs, in quanto alcuni verbi, a seconda del contesto, rientrano in entrambe le categorie. Ad esempio, to think (pensare) può voler dire sia “avere un’opinione” che “prendere in considerazione”:


I think this dress fits you.

(Penso che questo vestito ti stia bene) 

 

Esprimo la mia opinione: non-action verb.

 

I am thinking about buying a new car.

(Sto pensando di comprare una macchina nuova)

 

Prendo in considerazione un’idea: action verb.

 

Se desideri approfondire il present simple, da’ un’occhiata a questo video della Cambridge University Press.

 

Ecco una frase al presente semplice, in prima persona singolare :

 

I see a skeleton.

Vedo uno scheletro

Caption 11, Halloween songs for children - Halloween Night

 Play Caption

 

E qui di seguito, invece, un esempio con il verbo coniugato alla terza persona singolare:

 

She works, Stacy, all the time, not just when she feels like it.

Lei lavora, Stacy, tutto il tempo, non solo quando ne ha voglia.

Caption 28, Dream to Believe - aka Flying - Part 11

 Play Caption

 

I (soggetto) see (action verb) a skeleton (oggetto diretto).

She (soggetto) works (action verb) all the time (complemento di tempo).

 

Gli action verbs si trovano nelle frasi affermative (come quelle degli esempi precedenti), nelle frasi negative e in quelle interrogative. Avrai notato che, come in italiano, le frasi affermative in inglese seguono lo schema soggetto – verbo – oggetto/complemento.

Se vogliamo esprimere una negazione, o porre una domanda, dobbiamo aggiungere un ausiliare che si incarichi di prendere la forma interrogativa o negativa. A tale scopo si usa il verbo to do, che perde il suo significato di fare conferisce appunto alla frase un senso interrogativo o negativo.

Attenzione! Questa regola vale solo per i tempi semplici, come il presente semplice utilizzato nei nostri esempi. In presenza dell’ausiliare do, il verbo della frase resta invariato nella sua forma base (infinito senza to) e all’ausiliare do aggiungeremo il not per creare una frase negativa (don’t doesn’t sono le forme contratte, utilizzate in contesti informali). 
 

Avremo quindi:

do not see a skeleton

Non vedo uno scheletro.

 

She does not work all the time. 

Lei non lavora tutto il tempo.

 

 

Nella forma interrogativa, l’ausiliare do precede il soggetto:

Do I see a skeleton? 

Vedo uno scheletro?

 

Does she work all the time? 

Lei lavora tutto il tempo?

 

Ricapitoliamo:

Affermativa: see a skeleton.

Negativa: I do not see a skeleton.

Interrogativa: Do see a skeleton?

Affermativa: She works all the time.

Negativa: She does not work all the time.

Interrogativa: Does she work all the time?

 

Allo stesso modo, possiamo formare delle frasi negative ed interrogative al passato (past simple) utilizzando l’ausiliare did per tutte le persone. Per approfondire o imparare le regole del past simple, guarda questo video della Cambridge University Press

 

Intanto, proviamo insieme a modificare i nostri esempi, trasformando le frasi al presente in frasi al passato.

Affermativa: saw a skeleton. 

                    Ho visto uno scheletro.

 

Negativa: did not see a skeleton. 

                Non ho visto uno scheletro.

 

Interrogativa: Did see a skeleton? 

                      Ho visto uno scheletro?

BANNER PLACEHOLDER

Per saperne di più

Scorri tra i video di Yabla English per trovare innumerevoli esempi di action verbs ed esercitati a trasformare le frasi affermative in negative ed interrogative con l’ausiliare do

Continua a leggere